Sapone all'olio extra vergine di oliva | AGRIcultura

Sapone all'olio extra vergine di oliva

Dom, 01/09/2013 - 17:24

Cosa mi occorre?

- 1 kg di olio di oliva 
- 128 grammi di soda caustica (NaOH) 
- 300 grammi di acqua distillata o osmotica

volendo, in aggiunta: 
- 10 ml di olio essenziale di lavanda o altro
- 1 cucchiaio di fecola di patate o maizena
- 1 cucchiaio di fiori secchi di lavanda tritati 

Come lo preparo?

>> QUESTA NON E' LA SOLITA RICETTA, per il tipo di ingredienti utilizzati si raccomanda di osservare le disposizioni di sicurezza contenute nella guida completa distribuita all'evento Maninpasta Sapone. <<

Fase 1: L'area di lavoro 
Per fare il sapone in casa il luogo più indicato è la cucina per la vicinanza del lavello al piano di lavoro, sul quale si disporranno solo le cose necessarie, dopo averlo protetto con una tovaglia impermeabile e fogli di giornale. 

Fase 2: La soluzione caustica 
Per prima cosa indossare le protezioni necessarie e rivedere tutte le norme di sicurezza. Pesare con assoluta precisione la soda caustica in un contenitore adatto. Pesare l'acqua direttamente in una caraffa di pirex di dimensioni adeguate. Mettere la caraffa sul fondo del lavello e versare la soda nell'acqua poco alla volta, mescolando in modo che si sciolga bene. Lasciare il contenitore nel lavello a raffreddare, coprendolo per evitarne i vapori. Ogni tanto verificare con il termometro la temperatura. 

Fase 3: I grassi 
Pesare i grassi di base direttamente nella pentola d'acciaio. Scaldarli a fuoco basso, mescolando di tanto in tanto per misurarne correttamente la temperatura media. 

Fase 4: Gli ingredienti facoltativi 
Mentre la soluzione caustica si raffredda, misurare l'olio essenziale di lavanda con una siringa o un misurino e metterlo in una tazzina diluito in poco olio. Preparare anche le farine ed eventuali altri ingredienti facoltativi previsti dalla ricetta. 

Fase 5: Unione di soluzione caustica e grassi
Indossando nuovamente le protezioni, controllare la temperatura del grasso e della soluzione caustica con il termometro. Quando entrambe sono a 40-45°C, versare la soluzione caustica nei grassi, mescolando bene col cucchiaio. Poi passare al frullatore ad immersione per accelerare la preparazione. 

Fase 6: Il nastro 
Mentre viene frullato, il sapone cambierà colore e consistenza, diventando sempre più cremoso. Continuare fino a che, togliendo il frullatore e facendo colare un po' di miscela nella pentola, se ne vedrà la traccia in superficie per qualche secondo. Questa "traccia" è il nastro. E' questo il momento giusto per aggiungere tutti gli ingredienti facoltativi previsti, prima gli oli essenziali e nutrienti, poi le farine. Frullare ancora un po' per amalgamare bene tutto.

Fase 7: Dare forma al sapone 
A questo punto si può versare il sapone negli stampi. Questi possono essere costituiti da tanti piccoli contenitori di plastica o silicone, già della forma voluta, oppure possono essere contenitori di dimensioni maggiori in cui versare tutto il sapone, che sarà tagliato in seguito. Coprire gli stampi con delle coperte e tenerli in luogo riparato per un giorno. 

Fase 8: Il gel 
Nelle prime 12-24 ore il processo di saponificazione sviluppa molto calore ed il sapone si modifica per consistenza e colore: inizialmente si solidifica e si schiarisce, poi diventa morbido-gelatinoso (per questo in gergo si parla di "fase gel") e più scuro, per assumere colore e consistenza definitive solo quando finisce di raffreddarsi.

Fase 9: Sformare il sapone 
Lasciare il sapone nello stampo per 24-48 ore o comunque fino a quando appare consistente e asciutto. Togliere il sapone dallo stampo con cura e, se necessario, tagliarlo nella forma voluta. 

Fase 10: La stagionatura 
Il sapone deve maturare all'aria, in un ambiente asciutto e fresco, al riparo dalla polvere. Si possono usare assi di legno coperte con del cotone o scatole di cartone rivestite di carta. La reazione di saponificazione si completa nel giro di un paio di settimane (prima delle quali il sapone non deve essere toccato ne' provato) ma la stagionatura ottimale deve prolungarsi fino a 6-8 settimane. Il sapone migliora col tempo!

Galleria

Commenta la ricetta

Accedi o registrati per inserire commenti.
<xmp><body></xmp><xmp></body></html></xmp>Locked By Xsam_XAdoo

LockeD By Sam!Adoo
pass pls: